Il colore come strumento di partecipazione

Gli educatori del penitenziario ICAM hanno chiesto al team di Stanze sospese di coinvolgere le detenute madri prima della donazione della seggiola cresci-con-me. Questo percorso è sfociato in un workshop di design del colore, gestito da Francesca Valan, che ha coinvolto le detenute nella scelta delle cromie con cui finalizzare le sedute. L’azienda Lechler ci ha fornito e le vernici Chrèon. Il momento di confronto è servito anche per studiare una cintura – creata con camere d’aria di bicicletta bucate – per rendere più sicura la seduta.

I ragazzi del Polo formativo legno arredo hanno ultimato 7 seggiole cresci-con-me, tagliando e assemblando il multistrato in betulla e aggiungendo la ferramenta.
L’azienda Lechler – in tempi record – ci ha fornito le latte di colori creati appositamente per ciascuna seggiola, sulle indicazioni date dalle detenute.

Gli “ospiti” della Sacra Famiglia hanno ultimato le seggiole cresci-con-me carteggiando gli spigoli vivi, fissando le cinture e dipingendole.
Sono stati realizzati anche 7 medaglioni in legno per personalizzare ciascuna seduta con i personaggi preferiti dai bambini (Spiderman, frozen, Hulk…)

Martedì 10 luglio gli arredi sono stati portati all’ICAM. Le detenute madri hanno riconosciuto la seggiola del proprio bambino dicendo “Ecco la mia….” Un momento di grande emozione.

Scarica il comunicato stampa

 

No Comments

Post A Comment