Una seggiola “maschile” multiuso e sociale

sedere, studiare, socializzare, svagarsi

In carcere ci si siede sui letti. Gli sgabelli sono usati per appoggiare le proprie cose, non hanno schienali, sedie non ce ne sono. Se uno cucina, l’altro studia in bagno. Sedere è un bisogno primario, soprattutto se tutto il giorno si è costretti negli stessi pochi metri quadri. Questa seggiola nasce per soddisfare quattro attività sedere, studiare, socializzare, svagarsi, inglobando un tavolino in cui è incisa mezza scacchiera. Una seduta classica, se inforcata a cavalcioni, apre un nuovo sistema di utilizzo. Il singolo potrà comodamente leggere, mangiare, fare piccoli lavoretti. Se poi due seggiole s’incontrano… la scacchiera si completa e il tavolo favorisce momenti sociali…

No Comments

Post A Comment